SCANCELL annuncia i risultati preliminari sul vaccino ImmunoBody nel melanoma maligno

Scancell Holding ha annunciato i risultati sul vaccino ImmunoBody (SCIB1) pazienti con melanoma maligno in fase II/IV. Dei 6 pazienti che ricevevano dosi di 2 mg e 4 mg 4 avevano una risposta T cellulare indotta dal vaccino. 2 pazienti a cui era stato rimosso il tumore chirurgicamente prima del trattamento con Immunobody sono rimasti privi di malattia per almeno 1 anno. Gli effetti collaterali erano presenti ma nessuno di questi è stato severo.

Un fattore inaspettato favorisce il melanoma nelle persone con capelli rossi e cute chiara

In un articolo pubblicato online su nature medici del Massachusetts General Hospital, Cutaneous Biology Research Center e Cancer Center  hanno studiato dei topi geneticamente uguali che presentava due geni distinti per il colore scuro della pelle e per il colore rosso  e hanno attivato un oncogene BRAF in grado di favorire il melanoma. Dopo alcuni mesi

In aumento i casi di melanoma maligno nella costa ovest della Svezia

Secondo un nuovo studio dei ricercatori del Sahlgrenska Academy, University of Gothenburg il numero di casi nella regione del Västra Götaland è quadruplicato tra gli uomini e triplicato tra le donne sin dal 1970. L’incremento in questa regione è maggiore rispetto al resto della Svezia, forse per la maggior esposizione al sole delle aree costiere. Leggi l’articolo: Alarming

Identificato un fattore chiave nella resistenza alla terapia del melanoma

Ricercatori hanno identificato la via genetica presente nelle cellule del malanoma in grado di inibire il meccanismo cellulare che identifica il danno del DNA indotta dalla chemioterapia il che risulta la maggior ragione della resistenza del melanoma alla terapia medica. Quindi colpendo questa via che comprende i geni RhoJ and Pak1, si propone un nuovo approccio

Una nuova combinazione di farmaci si rivela promettente nel melanoma metastatico

Nella cura del melanoma metastatico si rivela promettente la terapia di associazione tra dabrafenib (un BRAF inibitore) e trametenib (MEK inibitore). Tale associazione rivela un allungamento della vita rispetto ai pazienti trattati con solo dabrafenib. I risultati sono stati presentati a ESMO 2012 Congress of the European Society for Medical Oncology a Vienna. Lo studio è in

Il melanoma si manifesta differentemente in bambini e adulti

Studies have demonstrated a higher rate of nodal metastases in melanoma of childhood, but there is controversy about the overall prognosis relative to adults. We describe a large single-institution experience with pediatric melanoma and assess prognostic characteristics Retrospective review identified 126 patients diagnosed with melanoma at <21 years of age and referred for treatment from 1986 to

Il Viagra aumenta l’efficacia delle cellule anti-melanoma

Uno studio eseguito in Germania ha evidenziato che cavie geneticamente predisposte ad avere un melanoma a cui era somministrato Viagra con l’acqua, avevano una sopravvivenza due volte superiore alle cavie non trattate. Il farmaco agirebbe sul sistema immunitario rendendolo più efficace nel combattere il melanoma. Lo studio è stato eseguito da ricervìcatori del German Cancer

Gestione degli eventi avversi immuni-correlati dopo terapia con ipilimumab

Un articolo pubblicato nel Journal of Clinical Oncology evidenzia la gestione degli effetti collaterali della terapia con ipilimumab e tremelimumab nel melanoma metastatico: “Monoclonal antibodies directed against the immune checkpoint protein cytotoxic T-lymphocyte antigen-4 (CTLA-4; CD152)—ipilimumab and tremelimumab—have been investigated in metastatic melanoma and other cancers and have shown promising results. Recently, ipilimumab was approved

L’ Elesclomol blocca la fosforilazione nel melanoma

A laboratory study led by UNC medical oncologist Stergios Moschos, MD, demonstrates how a new targeted drug, Elesclomol, blocks oxidative phosphorylation, which appears to play essential role in melanoma that has not been well-understood.  Elesclomol (Synta Pharmaceuticals, Lexington, MA) was previously shown to have clinical benefit only in patients with normal serum lactate dehydrogenase (LDH), a

Ragazzi di età inferiore a 19 anni hanno un rischio più elevato di sviluppare un secondo melanoma primitivo

In un articolo apparso nel British Journal of Dermatology si riporta che sebbene il melanoma sia poco frequente in età pediatrica, i ragazzi che hanno avuto un melanoma hanno un maggior rischio di sviluppare un altro melanoma primitivo, questo risulta da un analisi di casi di melanoma in età pediatrica dal 1973 al 2010. Risulta