Le protezioni solari possono avere un filtro chimico o fisico o una miscela dei due, esistono formulazioni in crema, unguento, lozione, gel e spray e devono essere utilizzati sia in estate che nei mesi invernali se ci si reca sulla neve.

Alcune creme solari

Alcune creme protettive solari

I filtri chimici (padimate O, omosalato, octil metossicinnamato, benzofenone, octil salicilato, fenilbenzimidazolo, acido sulfonico, ecamsule, octocrilene, antranilati) assorbono i raggi del sole in modo che non riescano ad arrivare negli strati più bassi della pelle e provocare danni, i filtri fisici (biossido di titanio e ossido di zinco) creano una sottile membrana sulla pelle che riflette i raggi del sole. Alcuni filtri chimici forniscono una protezione contro i raggi UVB del sole, mentre altri la protezione sia contro i raggi UVB e UVA. I filtri solari fisici proteggono sia contro i raggi UVA e UVB.  Un filtro fisico è spesso colorato, come ad esempio l’ossido di zinco che è bianco.Una crema solare che protegge contro i raggi ultravioletti, sia di tipo B (UVB) e di tipoA (UVA), offre la migliore protezione, queste creme sono chiamate filtri solari ad ampio spettro. Persone che hanno una allergia agli ingredienti di creme solari devono scegliere una crema con un filtro fisico.

Una famosa pubblicità della Coppertone

Una famosa pubblicità della Coppertone

La prima crema protettiva solare efficace fu prodotta dal chimico Baltzer nel 1938 (Gletscher cream) che divenne poi la base per le creme della Piz Buin, ma ma il primo boom delle creme solari ci fu dopo la prima guerra mondiale quando la Coppertone acquistò i diritti per una sostanza detta Red Vet Pet che veniva usata per i militari americani durante la II guerra mondiale.Convenzionalmente il metodo di misura della protezione delle creme solari è l’SPF. Il fattore di protezione solare (SPF) misura la forza del filtro di sole. L’SPF adatto a ciascuna persona dipende dal fototipo cutaneo. Tale indice ci dice quanto possiamo rimanere al sole senza avere ustioni da UVB. Tale indice non fa alcun riferimento agli UVA. La maggior parte di noi in grado di proteggersi con un SPF 15, ma per fototipi chiari e per bambini si consigliano alti fattori di protezione come i 50+. Una crema con SPF 15 assorbe il 92 % delle radiazioni UVB e una crema con SPF 40 ne assorbe il 97.5%. Esiste un calcolo che può essere fatto per capire per quanto tempo siamo protetti da ustioni solari ed è quello di moltiplicare il fattore di protezione della crema per i minuti necessari a scottare la cute senza l’applicazione della crema (ad esempio se sono 30 i minuti necessari si moltiplica per SPF15 e risulta che possiamo esporsi per circa 7,5 ore senza bruciarsi). Tale calcolo non è sempre vero poichè l’efficacia della crema è di circa 90 minuti e inoltre dipende anche dall’ora di esposizione.

Pubblicità di una crema solare

Pubblicità di una crema solare

Anche la più alta protezione solare SPF ampio spettro non può proteggere completamente contro i raggi UVA e UVB. Ecco perché la gente dovrebbe coprirsi e rimanere all’ombra nelle ore più calde della giornata.Un buon consiglio è quello di evitare di andare alla luce diretta del sole quando l’ombra è più corta di quello che sei. Se si fa il bagno è necessario assicurarsi che la crema solare sia idro-repellente e impermeabile. Una crema impermeabile resiste per la protezione solare 20 minuti di nuoto senza essere lavata via.  Queste cifre si applicano solo se ci si lascia asciugare e non si utilizza un asciugamano. E ‘quindi sempre una buona idea spalmare uno strato di crema dopo essere andato a fare il bagno. E’una buona idea usare un applicatore stick con un SPF superiore per le zone particolarmente esposte del corpo come naso, labbra e lobi delle orecchie. Applicare la crema fitta e spessa poichè molte persone usano solo un terzo della quantità di crema di cui hanno bisogno per raggiungere l’SPF, questo significa che sono molto meno protetti di quelloche pensano. Le creme dovrebbe essere acquistate annualmente e non si dovrebbero usare le creme dell’anno precedente specie se aperte.

Sito a cura di: Dott Angelotti Nicola, specialista in Dermatologia: Massa PIazza 4 Novembre 12, tel 0585790609

Termini di ricerca:

Questo post è disponibile anche in: Inglese