Benvenuto nel sito web dedicato al melanoma!

Il melanoma maligno è il più pericoloso tra i tumori cutanei ed è una neoplasia che origina dai melanociti, cellule preposte alla produzione della melanina.

La lettura delle varie pagine del sito vi aiuterà a comprendere i vari aspetti del melanoma, mentre nella sezione “Risorse sul melanoma” troverete informazioni sui links, libri, congressi ed altre informazioni utili.

Termini di ricerca:

Questo post è disponibile anche in: Inglese

Il reticolo pigmentario negativo consente di distinguere il melanoma

Uno studio eseguito da Maria A. Pizzichetta dell’Istituto Tumori di Aviano ha accertato la frequenza, la specificità della rete pigmentaria negativa in immagini digitalizzate di 679 pazienti affetti da dermatofibroma, melanoma, nevo di Spitz e nevi melanocitici. La frequenza di tale aspetto era prevalente in paziente con melanoma (36,6 %) rispetto allo Spitz (28,8 %, ai

SCANCELL annuncia i risultati preliminari sul vaccino ImmunoBody nel melanoma maligno

Scancell Holding ha annunciato i risultati sul vaccino ImmunoBody (SCIB1) pazienti con melanoma maligno in fase II/IV. Dei 6 pazienti che ricevevano dosi di 2 mg e 4 mg 4 avevano una risposta T cellulare indotta dal vaccino. 2 pazienti a cui era stato rimosso il tumore chirurgicamente prima del trattamento con Immunobody sono rimasti privi di malattia per almeno 1 anno. Gli effetti collaterali erano presenti ma nessuno di questi è stato severo.

An ultraviolet-radiation-independent pathway to melanoma carcinogenesis in the red hair/fair skin background

In an article receiving Advance Online Publication in Nature, Massachusetts General Hospital (MGH) Cutaneous Biology Research Center (CBRC) and Cancer Center researchers report finding that the type of skin pigment predominantly found in red-haired, fair-skinned individuals may itself contribute to the development of melanoma. Abstract; People with pale skin, red hair, freckles and an inability to

Un fattore inaspettato favorisce il melanoma nelle persone con capelli rossi e cute chiara

In un articolo pubblicato online su nature medici del Massachusetts General Hospital, Cutaneous Biology Research Center e Cancer Center  hanno studiato dei topi geneticamente uguali che presentava due geni distinti per il colore scuro della pelle e per il colore rosso  e hanno attivato un oncogene BRAF in grado di favorire il melanoma. Dopo alcuni mesi

Alarming Increase in Malignant Melanoma on the West Coast of Sweden

Malignant melanoma is as much as 35% more common among people who live in Gothenburg and the region’s coastal municipalities than those who live inland. Researchers at Sahlgrenska Academy, University of Gothenburg, have found that the number of malignant melanoma cases in the Västra Götaland region has quadrupled since 1970.      Malignant melanoma has

In aumento i casi di melanoma maligno nella costa ovest della Svezia

Secondo un nuovo studio dei ricercatori del Sahlgrenska Academy, University of Gothenburg il numero di casi nella regione del Västra Götaland è quadruplicato tra gli uomini e triplicato tra le donne sin dal 1970. L’incremento in questa regione è maggiore rispetto al resto della Svezia, forse per la maggior esposizione al sole delle aree costiere. Leggi l’articolo: Alarming

RhoJ and Pak Kinases Regulate Melanoma Chemoresistance

Melanomas resist conventional chemotherapeutics in part through intrinsic disrespect of apoptotic checkpoint activation. In this study, using an unbiased genome-wide RNAi screen we identified RhoJ and its effector Pak1, as key modulators of melanoma cell sensitivity to DNA damage. We find that RhoJ activates Pak1 in response to drug-induced DNA damage, which then uncouples ATR

Identificato un fattore chiave nella resistenza alla terapia del melanoma

Ricercatori hanno identificato la via genetica presente nelle cellule del malanoma in grado di inibire il meccanismo cellulare che identifica il danno del DNA indotta dalla chemioterapia il che risulta la maggior ragione della resistenza del melanoma alla terapia medica. Quindi colpendo questa via che comprende i geni RhoJ and Pak1, si propone un nuovo approccio