Benvenuto nel sito web dedicato al melanoma!

Il melanoma maligno è il più pericoloso tra i tumori cutanei ed è una neoplasia che origina dai melanociti, cellule preposte alla produzione della melanina.

La lettura delle varie pagine del sito vi aiuterà a comprendere i vari aspetti del melanoma, mentre nella sezione “Risorse sul melanoma” troverete informazioni sui links, libri, congressi ed altre informazioni utili.

Termini di ricerca:

Questo post è disponibile anche in: Inglese

Heightened relative risk of second primary melanomas in the pediatric population

Although invasive cutaneous melanoma is primarily a malignancy of adulthood, the heightened relative risk of second primary melanomas in the pediatric population calls for careful long-term scrutiny in this latter population following an index melanoma diagnosis. A total of 208,289 patients were diagnosed with invasive melanoma in the Surveillance Epidemiology and End Results database from 1973

Ragazzi di età inferiore a 19 anni hanno un rischio più elevato di sviluppare un secondo melanoma primitivo

In un articolo apparso nel British Journal of Dermatology si riporta che sebbene il melanoma sia poco frequente in età pediatrica, i ragazzi che hanno avuto un melanoma hanno un maggior rischio di sviluppare un altro melanoma primitivo, questo risulta da un analisi di casi di melanoma in età pediatrica dal 1973 al 2010. Risulta

Identified a new oncogene, HINT1 that regulates MITF and β-catenin transcriptional activity in melanoma cells

Reserchers of University Sacro Cuore of Rome have identified a new molecule, absent in melanoma cells, that inhibits melanoma cell proliferation. Abstract: Histidine triad nucleotide-binding protein 1 (HINT1) is a haploinsufficient tumor suppressor gene that inhibits the Wnt/β-catenin pathway in colon cancer cells and Microphthalmia-associated transcription factor (MITF) activity in human mast cells. MITF and β-catenin

Identificata molecola in grado di ostacolare la proliferazione delle cellule del melanoma

Studiosi dell’Università Cattolica Sacro Cuore di Roma hanno identificato la  molecola HINT1, in grado di ostacolare la proliferazione delle cellule del melanoma. L’èquipe di Alessandro Sgambato dell’Istituto di Patologia Generale dell’Università Cattolica, insieme a colleghi del Cancer Center della Columbia University di New York e del Dipartimento di Oncologia Medica del Dana Farber Cancer Institute della

Dabrafenib a new melanoma drug in metastatic melanoma

The BRAF inhibitor dabrafenib shows promising results for treatment of advanced melanoma, both alone and in combination with the MEK inhibitor trametinib, show results from two studies presented at the American Society of Clinical Oncology Annual Meeting in Chicago, Illinois, USA. The BREAK-3 study compared treatment with dabrafenib with that of standard dacarbazine chemotherapy for patients with previously untreated, advanced melanoma

Uso del Debrafenib nel melanoma metastatico avanzato.

Promettenti risultati dall’uso del debrafenib, un inibitore del BRAF, nel trattamento del melanoma metastatico sia da solo che in associazione con il trametinib un inibitore del MEK. Gli studi sono stati presentati al American Society of Clinical Oncology Annual Meeting in Chicago, Illinois, USA. Leggi l’articolo da news medical: Questo post è disponibile anche in: Inglese